16.062014

La Regione Veneto norma le modifiche non sostanziali agli impianti a biomasse e biogas

È stata pubblicata sul BUR Veneto n. 52 del 13/06 la Dgr n. 725 del 27 maggio 2014 che definisce le disposizioni autorizzative necessarie per “modeste variazioni” apportate – in corso d’opera e d’esercizio – agli impianti alimentati a biomasse e biogas. Precisazione inoltre sugli impianti a biometano.

Nella nuova delibera vengono individuati tre tipi di intervento:
• modeste variazioni al progetto, in corso d’opera e in corso d’esercizio, che prevedano limitate variazioni alle volumetrie, alle dimensioni e tipologie costruttive autorizzate;
• modeste variazioni all’esercizio dell’impianto a condizione che sia garantita la connessione dell’impianto all’attività agricola e che sia comunque escluso l’utilizzo di biomassa classificabile come rifiuto;
• rifacimento parziale o totale di taluni manufatti e impianti autorizzati, ferme restando le specifiche tecniche già approvate (contenuti progetto originario o sua variante).
L’Allegato A alla delibera contiene la documentazione essenziale che deve essere presentata per ciascuna fattispecie di intervento.
La delibera esplicita inoltre che le medesime procedure valgono anche per gli impianti di produzione di biometano.
Per ulteriori approfondimenti: http://bur.regione.veneto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. *